Pietra di Gennaio, dona grande forza e permette ai bisogni e alle sensazioni del corpo di emergere. Ha la capacità di affinare la nostra concentrazione e di spingerci verso l’auto-realizzazione. È una pietra collegata con il primo Chakra, ovvero il Muladhara.

L’Onice viene collegata spesso all’istinto e all’intuizione. Per questo dovrebbe sviluppare l’autorevolezza e il pensiero analitico. La tradizione positiva vede nel cupo onice la pietra che combatte la malinconia, spegne le passioni funeste, infonde ottimismo. Scaccia sogni ed allucinazioni, dona tranquillità d’animo e dei sensi, conserva la pace tra gli sposi, e, specialmente in India e in Persia, appesa al collo o posta tra i capelli, preserva dal malocchio e affretta il parto, riducendo i dolori ed eliminando velocemente i residui.

L’onice abbraccia tutte le colorazioni del Calcedonio, dal bianco al marrone scuro fino al nero.

Pietra dell’istinto e dell’intuizione, simbolo del pianeta Saturno, l’Onice dona tranquillità d’animo e dei sensi.